Erasmus+ UniPegaso: il 30 Novembre scadono i termini per inviare le domande

Erasmus+ UniPegaso: il 30 Novembre scadono i termini per inviare le domande

Gli studenti dell’Università Telematica Pegaso hanno tempo fino al 30 Novembre per presentare la domanda per le borse di mobilità Erasmus+ per l’A.A. 2016/17.

Sei uno studente dell’Università Telematica Pegaso e vuoi partecipare al programma Erasmus+?

Fai in fretta! Il 30 novembre, alle ore 18:00, scadono i termini per presentare la domanda per le borse di mobilità Erasmus+ UniPegaso per l’A.A. 2016/17. Il Programma Erasmus+ UniPegaso offre due tipologie di borse di mobilità: quelle a fini di studio e quelle a fini di tirocinio. Scopriamo nel dettaglio il programma Erasmus+ UniPegaso!

Erasmus+ UniPegaso – Borse di Mobilità a fini di studio

La mobilità per studio all’estero ha una durata che varia dai 3 a 12 mesi (incluso un periodo di tirocinio) e può essere svolta a partire dal secondo anno di studi. Nel caso invece dei programmi di studio a ciclo unico, come ad esempio Giurisprudenza, gli studenti possono usufruire di un periodo di mobilità fino a 24 mesi. I studenti UniPegaso possono effettuare la mobilità L’Erasmus+ in una delle Università ospitanti presenti in Questo Elenco.

La mobilità per studio in un’altra università permette di frequentare i corsi e di usufruire delle strutture disponibili presso l’Istituto ospitante senza ulteriori tasse di iscrizione, con la garanzia del riconoscimento del periodo di studio all’estero tramite il trasferimento dei crediti, effettuato con il supporto dell’ECTS (European Credit Transfer System).

La Domanda di Partecipazione per Borse di Mobilità a fini di studio – Erasmus+ UniPegaso (che potete scaricare Cliccando Qui) va compilata e inviata entro le ore 18 del 30 novembre 2016 all’indirizzo e con le modalità riportate nel Bando.

Erasmus+ UniPegaso – Borse di Mobilità a fini di tirocinio

La mobilità a fini di tirocino ha una durata che varia dai 2 a 12 mesi e deve essere svolta presso imprese o centri di formazione e di ricerca (escluse istituzioni europee o organizzazioni che gestiscono programmi europei) in uno dei Paesi Europei partecipanti al Programma, a partire dal primo anno di studi. Nel caso invece dei programmi di studio a ciclo unico, come ad esempio Giurisprudenza, gli studenti possono usufruire di un periodo di mobilità fino a 24 mesi. La mobilità Erasmus+ a fini di tirocinio può essere effettuata anche da neo-laureati purché lo studente presenti la propria candidatura quando è ancora iscritto all’Università Telematica Pegaso. Per garantirne la qualità, la mobilità dovrà essere compatibile con il percorso accademico dello studente e con le sue personali aspirazioni.

L’impresa/organizzazione presso cui svolgere il tirocinio può essere individuata autonomamente dagli
studenti
, secondo le modalità esplicitate nel Bando. Una volta trovata la sede, il candidato dovrà richiedere all’organizzazione ospitante la compilazione della Lettera di Accettazione (Cliccando Qui potete scaricare il modello). La lettera di accettazione dell’organizzazione ospitante, che deve contenere il periodo in cui può essere
svolto il tirocinio, dovrà essere allegata alla domanda di candidatura entro il termine di scadenza previsto (in caso ciò non avvenga il candidato, qualora assegnatario del contributo, avrà a disposizione 45 giorni per individuare la sede ospitante)

La Domanda di Partecipazione per le Borse di Tirocinio – Erasmus+ UniPegaso (che potete scaricare Cliccando Qui) va compilata e inviata, insieme alla lettera di accettazione, entro le ore 18 del 30 novembre 2016 all’indirizzo e con le modalità riportate nel Bando.

Per maggiori Informazioni sull’Offerta Formativa dell’Università Telematica Pegaso

Per avere maggiori informazioni in merito all’Offerta Formativa dell’Università Telematica Pegaso contatta il Centro Formativo Universitario attraverso i nostri recapiti oppure chiama il NUMERO VERDE 800.19.27.27 o, in alternativa, contatta la sede del Centro Formativo Universitario a te più vicina tra tutte quelle sparse per l’Italia.